Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:LUCCA10°21°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tensione al corteo no Green pass di Milano, la protesta non si ferma e partono le cariche della polizia

Attualità lunedì 27 settembre 2021 ore 19:00

Riaprono le strade ma ci sono famiglie evacuate

albero caduto
Così nella notte in Valle del Serchio

La viabilità principale di piana, Garfagnana e Versilia risulta quasi del tutto ripristinata ma rimangono criticità soprattutto in Valle del Serchio



PROVINCIA DI LUCCA — Le principali strade interrotte dal nubifragio di ieri pomeriggio tornano transitabili sull'intero territorio provinciale e la luce è tornata per tutte e 6.000 utenze che erano rimaste al buio ma rimangono criticità in alcune zone. A Barga, infatti, due famiglie sono state allontanate dalla loro abitazione a causa dei danni prodotti al tetto dalla tromba d'aria. L'edificio è inagibile, poiché la bufera ha divelto anche travi portanti.

Sempre a Barga resta interrotta la viabilità comunale, così come a Vagli di Sotto rimane chiusa al transito la via comunale dei Marmi, dove la rimozione delle alberature cadute è particolarmente delicata.

In generale dopo la tempesta sono state oltre 100 le segnalazioni arrivate alla Sala operativa integrata di Protezione civile della Provincia di Lucca. La 'bomba' di acqua e vento prodotta da una veloce ma intensa perturbazione in provincia di Lucca ha creato criticità alla viabilità soprattutto in Mediavalle e Garfagnana e in parte anche su Lucca e Alta Versilia.

Nelle prime ore del pomeriggio odierno la percorribilità delle viabilità principali risultava ripristinata. Le piogge, illustra la Provincia in una nota, hanno toccato cumulati massimi in 6 ore di circa 120 millimetri e i venti in alcuni casi hanno superato i 100 chilometri orari, con rilevamenti di 134 chilometri orari a Foce a Giovo. 

La perturbazione ha determinato la caduta di decine e decine di alberature in tutte le zone della provincia. Sono risultate interessate una ventina di viabilità principali (regionali e provinciali) e diverse strade comunali, la maggior parte delle quali con interruzione temporanea del transito.

Il presidente Menesini ringrazia il personale intervenuto e gli addetti della sala di Protezione civile confermando che l’opera di manutenzione stradale sulla viabilità di competenza proseguirà nei prossimi mesi per mettere ulteriormente in sicurezza le arterie.

“Purtroppo ci dovremo abituare a fenomeni come quello di domenica, con pioggia e vento intensi in uno stretto lasso di tempo. Le criticità maggiori – spiega il presidente – sono state causate dalla caduta di alberi e alberature o di scivolamento a valle di terriccio e vegetazione". 

Poi Menesini guarda avanti: "Di sicuro emetteremo ordinanze nei confronti dei proprietari privati che non curano la manutenzione delle piante vicine alle strade di nostra pertinenza. E' altrettanto certo è che fenomeni concentrati ed intensi come quello di domenica sono l’effetto del riscaldamento globale, dei cambiamenti climatici che stanno affliggendo la nostra Terra e su cui occorre intervenire a livello globale”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un altro incendio è divampato in Toscana dopo quello sull'Isola d'Elba, ad essere colpita la zona collinare di Sant'Andrea di Compito
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Don Andrea Pio Cristiani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità