Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:25 METEO:LUCCA11°18°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
giovedì 06 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Omicidio Cerciello, la vedova in lacrime: «Questa sentenza non mi riporterà Mario»

Attualità lunedì 19 aprile 2021 ore 10:44

"Ogni sforzo per il Summer Festival a settembre"

Ennio Morricone in una delle passate edizioni del Summer Festival
Ennio Morricone in una delle passate edizioni del Summer Festival

L'assessore Ragghianti fa il punto sul futuro degli eventi in sicurezza Covid: "Se in Italia ci sarà un concerto dal vivo, allora questo sarà a Lucca”



LUCCA — “Ripartire e farlo dalla cultura e dalla musica: il Comune di Lucca c’è": a dirlo è l’assessore a turismo e cultura, Stefano Ragghianti. “Pur in un quadro di massima sicurezza, la possibilità di una generale ripartenza dei concerti e della musica dal vivo e più in generale di tutte le attività, a partire proprio da quelle culturali, ci vede ovviamente convinti nel sostenere ogni sforzo in proposito. Una situazione che sul nostro territorio riguarda mostre, esposizioni, eventi all’aperto, appuntamenti culturali e musicali di grande rilievo e richiamo, a partire proprio dal Lucca Summer Festival".

"Cercheremo, in tutti i modi, nell’interesse degli stessi operatori della spettacolo, dei cittadini e degli operatori economici in generale, essendo note le ricadute positive che questi appuntamenti hanno su tutto l’indotto del territorio, lucchese e in generale regionale, di far partire questi appuntamenti in presenza. Per quanto riguarda il Summer Festival - specifica l'assessore - l’individuazione degli spazi dell'ex campo Balilla, a partire da settembre, molto ampi, ben organizzati e con numeri adeguati, l'attento studio dei flussi in entrata e in uscita, la predisposizione di posti a sedere ben gestiti e governati, la regolamentazione del concerto e l'assenza di occasioni di assembramento interno, ci spingono a lavorare per lo svolgimento di un buon numero di eventi con artisti italiani di primissimo livello, in una prospettiva di ripresa e ripartenza”.

“Nel pieno rispetto delle norme che saranno emanate a livello nazionale e con l'attenta interlocuzione con tutte le autorità locali competenti in materia - conclude Ragghianti - Lucca dovrà mandare e manderà un grande messaggio di ripresa e, al tempo stesso, di massima sicurezza ed efficacia delle misure adottate, forte della professionalità dei suoi operatori che negli anni ha contribuito ai successi nazionali e internazionali ben noti. Non si deve cadere nel circolo vizioso chiudere tutto-aprire tutto, né farsi inutili paladini di posizioni preconcette, ma sentire forte la responsabilità di lavorare in una unica direzione, chiara, semplice, ben organizzata: regole chiare, protocolli chiari, sicurezza e convivenza. Se in Italia ci sarà un concerto dal vivo, allora questo sarà a Lucca”. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle ultime 24 ore sono tornati a salire i casi di coronavirus, sei i territori comunali colpiti dal virus. I dati dei bollettini di Asl e Regione
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità