Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:50 METEO:LUCCA16°29°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
sabato 12 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Europei, il momento in cui Eriksen si accascia a terra

Attualità martedì 30 marzo 2021 ore 12:45

Sognando il Summer modello Barcellona

Ennio Morricone in una delle passate edizioni del Summer Festival
Ennio Morricone in una delle passate edizioni del Summer Festival

In Spagna 5.000 persone con test Covid e mascherina Ffp2 hanno assistito a un concerto. Si può fare anche col Festival lucchese? Per il commercio sì



LUCCA — In Spagna 5.000 persone dopo aver effettuato un test antigenico per il Covid-19 e indossando la mascherina Ffp2 hanno assistito a un concerto. Si può fare anche col Summer Festival lucchese? Per il commercio sì. E così Lucca sogna anche in musica la sua ripresa conciliata con la sicurezza sanitaria. Lo fa Confcommercio, con il suo presidente Rodolfo Pasquini che nell'edizione 2021 ci spera.

"E' chiaro - afferma Pasquini - come la priorità resti al momento quella di uscire al più presto dall’emergenza pandemica. Ma anche il solo avere di fronte la prospettiva di poter assistere fra qualche mese a spettacoli in piena sicurezza e a numero chiuso, ci appare come un simbolo di una città che vuole ripartire, dopo oltre un anno tremendo dal punto di vista sanitario ed economico”.

Il presidente di Confcommercio non intende entrare nel merito di dettagli tecnici, però sosiene convintamente il segnale possibilista "di fiducia e speranza lanciato dal patron del Festival Mimmo D'Alessandro". Secondo Pasquini la kermesse "una volta di più si pone come traino per la città sotto tanti punti di vista. Certo, è chiaro che non sia ancora pensabile programmare i concerti di massa a cui il Summer Festival ci ha abituati in quasi 25 anni di storia". Però a suo avviso ci si può lavorare. 

“Al di là del sentito ringraziamento al Summer Festival – conclude Pasquini – cogliamo anche l’occasione per rinnovare il nostro appello a tutti gli enti preposti, dal Governo alla Regione, affinché venga finalmente impressa al piano vaccinale una necessaria e non più rimandabile accelerazione. Quello che sta accadendo in altri Paesi del mondo se da una parte rincuora, perché ci mostra come i vaccini siano il viatico più immediato per un ritorno alla normalità, dall’altra parte fa crescere la rabbia per tutto il tempo che è stato perso sinora in Italia e in Toscana”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Continuano invece a emergere casi di infezione, segno che il virus ancora circola. Ecco i dati in dettaglio territoriale dai bollettini ufficiali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Lavoro

Attualità