comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:57 METEO:LUCCA7°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
sabato 16 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Migranti in fila al gelo per raggiungere l'Europa: le immagini esclusive dal drone dal campo profughi di Lipa in Bosnia

Attualità sabato 09 gennaio 2021 ore 09:37

Ristoratori a tavola ma con le istituzioni

ristorante vuoto

Dal Comune al Consiglio regionale la politica cerca occasioni di incontro con la categoria colpita dalle restrizioni anti Covid-19



LUCCA — Ristoratori a tavola, anzi a tavoli istituzionali di confronto con la politica che prova a capire come sostenere una tra le categorie maggiormente colpite dalle restrizioni anti Covid-19. A Lucca l'invito arriva dal Comune ma anche dal consigliere regionale di Fratelli d'Italia Vittorio Fantozzi.

"Le misure straordinarie adottate dal Governo per la lotta alla diffusione della pandemia da Covid-19 hanno colpito duramente il settore della ristorazione - introduce in una nota l'amministrazione comunale lucchese - che non solo deve far fronte ai danni dell'anno appena concluso, ma si trova in una condizione di grave incertezza sia per gli imprenditori che per i lavoratori. Per questo l'assessore allo sviluppo economico Chiara Martini ha scritto a tutte le associazioni di categoria del settore per invitarle a un confronto che si svolgerà nei prossimi giorni".

“Il Comune ha messo in atto una serie di iniziative che ci siamo già impegnati a ripetere per il 2021 – afferma Martini - ma mi preme intraprendere un lavoro di ascolto più complessivo dei problemi e delle possibili soluzioni così da portare al livello della discussione politica nazionale una serie di proposte che possano essere sostenute dagli altri amministratori locali e dai nostri rappresentanti in parlamento”.

“Ho letto della disobbedienza civile che alcuni tra voi ristoratori vogliono mettere in atto. Ho intenzione, sin dai prossimi giorni, di incontrare le rappresentanze delle categorie perché capisco che tale idea non è una provocazione fine a se stessa ma una richiesta di attenzione per un settore abbandonato e che, invece, è cruciale per la Toscana così legata alla tradizione gastronomica", annuncia invece Fantozzi. 

"Dobbiamo spingere la Regione Toscana a fare pressioni sul Governo affinché riapra i ristoranti", incalza. "Per questo - conclude - ritengo un mio dovere trovare soluzioni adeguate e concrete, per affrontare un momento senza precedenti e garantire una via d’uscita ai tanti lavoratori che, come voi, lavorano con passione e ingegno”.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità