Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:LUCCA16°27°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
sabato 22 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius

Cronaca venerdì 15 aprile 2022 ore 12:23

Botte e cinghiate tra ultras, fioccano le denunce

fumogeno

Era di Marzo quando, dopo la partita Lucchese-Reggiana, le tifoserie si sono affrontate in una rissa a mani nude con tanto di lancio di oggetti



LUCCA — Era di Marzo, l'11 per la precisione. Dopo la partita di calcio Lucchese-Reggiana le due tifoserie si erano affrontate in una rissa a mani nude, a cinghiate e con tanto di lancio di oggetti. Nell'immediatezza erano seguiti un arresto e una denuncia. Adesso, ecco altre 10 persone identificate e denunciate in stato di libertà dalla polizia. 

Si tratta di ultras, 4 lucchesi e 6 reggiani, di età compresa tra i 27 e i 50 anni.Tutti sono stati indagati per rissa aggravata in concorso e per possesso e lancio di materiale pericoloso, petardi e fumogeni.

I fatti. La partita si era conclusa e, intorno alle 23, la tifoseria ospite veniva scortata dallo stadio al casello autostradale Lucca Est. Ma durante il percorso attraverso i viali di circonvallazione, a un certo punto alcuni mezzi con a bordo i tifosi della Reggiana si sono fermati. 

Ne sono scesi numerosi ultras ospiti che si sono diretti velocemente - alcuni a passo veloce, altri di corsa, alcuni indossando passamontagna, mascherine e cappucci delle giacche, altri brandendo aste rigide del tipo tubi da idraulico - in direzione di via Antonio Cantore per fronteggiare la tifoseria della Lucchese riunita in un pub.

Gli ultras sono entrati in contatto prima con il lancio reciproco di bottiglie, fumogeni e petardi, poi con veri e propri scontri fisici, calci, pugni a mani nude, alcuni colpendo gli avversari con bastoni ed aste in Pvc, altri rispondendo con le cinghie dei pantaloni. 

Le successive indagini della Digos lucchese e di Reggio Emilia, anche grazie alla visione delle immagini estrapolate dai filmati delle telecamere di videosorveglianza, hanno permesso di identificare gli attuali indagati.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Rovesci e acquazzoni sono attesi col transito di una perturbazione che raggiungerà la Toscana nel fine settimana. Ecco quando portare l'ombrello
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità