Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:33 METEO:LUCCA17°30°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
giovedì 05 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo, nuovi allagamenti sul lago di Como

Attualità lunedì 19 aprile 2021 ore 12:50

Con Lanfri lo sport torna in classe

La lezione di Lanfri al Giorgi di Lucca
La lezione di Lanfri al Giorgi di Lucca

L'atleta paralimpico prosegue il suo ciclo di incontri con gli studenti delle superiori, a cui racconta la sua esperienza dalla malattia ai successi



LUCCA — Dalla malattia ai successi, il percorso esistenziale e sportivo dell'atleta paralimpico Andrea Lanfri oggi ha fatto tappa all'Istituto professionale Giovanni Giorgi di Lucca, per condividere anche con gli studenti di quella scuola una straordinaria esperienza di vita e di sport. L'appuntamento è stato organizzato come laboratorio progetto narrativo portato avanti dal Panathlon International Club di Lucca nell’ambito dei progetti educativi zonali (Pez), finanziati dalla Regione Toscana ed elaborati dalla Conferenza zonale per l’educazione e l’istruzione insieme a vari enti e associazioni del territorio.

Il laboratorio di inclusione curato dal Panathlon vede come protagonisti, a turno, tre campioni paralimpici: oltre a Lanfri, Stefano Gori e Sara Morganti. Durante la Lectio magistralis Lanfri ha raccontato agli studenti la sua storia: dalla terribile malattia (meningite fulminante con sepsi meningococcica) che l’ha colpito in modo improvviso e violento nel 2015 alla rinascita e ai successi paralimpici (nel 2017 ha vinto la medaglia d’argento, con la staffetta 4x100 italiana, ai campionati mondiali di Londra) fino al suo ritorno in montagna con arrampicate in parete, effettuate con le protesi, sulle vette più alte e impervie del mondo.

Grazie alla sua voglia di lottare e di vincere Lanfri è diventato un campione, dimostrando che nella vita tutti gli ostacoli, anche quelli apparentemente insormontabili, possono essere affrontati con coraggio e determinazione e quindi superati. Queste le cifre legate alle sue attuali attività sportive (alpinismo, corsa, arrampicata e bicicletta): 11 paia di protesi consumate, 13 medaglie vinte, 7.246 metri l’altitudine massima raggiunta, 10.000 chilometri percorsi in bici in giro per il mondo.

“Quando mi alleno per una nuova sfida – dice Lanfri - condivido la mia esperienza per motivare le persone a superare le difficoltà della vita, piccole o grandi che siano, per dimostrare che i limiti in realtà non sempre sono reali. Partecipo volentieri a questi incontri nelle scuole e mi rende felice che un mio intervento possa essere stato di aiuto a qualcuno che aveva solo bisogno di vedere che tutto è possibile”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' grave ed è stato trasportato in ospedale con l'elicottero Pegaso un giovane piombato a terra nel pomeriggio di oggi in un terreno a Marlia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità