Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:45 METEO:LUCCA16°25°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
domenica 29 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Stade de France, ancora disordini: la polizia usa gas lacrimogeni e spray urticanti sui tifosi (e i bambini)

Attualità lunedì 17 gennaio 2022 ore 08:37

Una tonnellata di cibo e la solidarietà è servita

agricoltori con una scatola di aiuti

Mano tesa degli agricoltori a chi è in difficoltà con la distribuzione di prodotti alimentari ai circa 20mila poveri stimati in area provinciale



PROVINCIA DI LUCCA — Gli agricoltori in soccorso dei più poveri: è al via nella provincia di Lucca la distribuzione di circa 1 tonnellata di cibi e bevande Made in Italy alle famiglie in difficoltà. L’iniziativa, promossa da Coldiretti, Campagna Amica e Filiera Italia con la partecipazione delle più rilevanti realtà economiche e sociali del Paese, entrerà nel vivo nelle prossime ore. Secondo una stima di Coldiretti sulla base dei dati Caritas Toscana sono circa 20mila gli individui in povertà assoluta nella provincia di Lucca, pari al 5,4% su base regionale.

“L’obiettivo – spiega Andrea Elmi, presidente Coldiretti Lucca - è dare la possibilità anche ai più poveri di gustare il meglio della gastronomia tricolore e toscana per ricordare che insieme all’emergenza sanitaria bisogna combattere quella economica ed occupazionale. La povertà è una emergenza, e purtroppo è una emergenza che coinvolge, anche a causa della pandemia, sempre più famiglie. Sono davvero molte, anche nella nostra comunità, a triste conferma di un disagio economico, e quindi sociale, in espansione”.

Secondo l’ultimo dossier Caritas, le fasce più in difficoltà sono i giovani, gli stranieri e le famiglie numerose. L’indice di povertà individuale è passato dal 7,7% all’8,5% nel 2020:“I pacchi degli agricoltori – spiega Elmi – saranno distribuiti ai nuclei famigliari in stato di bisogno individuati dalla nostra confederazione insieme ai servizi sociali dei comuni e alle parrocchie".

"Ogni famiglia - prosegue - è destinataria di un pacco da circa 30 chili con prodotti 100% Made in Italy: dalla pasta ai legumi, dalla passata di pomodoro al cotechino, dal prosciutto crudo alla farina, dal Grana Padano al Parmigiano Reggiano, dal Provolone al latte Uht, dal panettone al pandoro, dall’olio extra vergine di oliva alla mortadella, dalla carne in scatola al mascarpone, dai biscotti per bambini agli omogeneizzati”.

Lo scorso anno, nella sola provincia di Lucca, in piena pandemia, Coldiretti ha distribuito decine e decine di chili di prodotti tipici a chilometro zero e di altissima qualità anche grazie all’impegno e alla grande partecipazione volontaria dei cittadini al programma della Spesa Sospesa nei mercati di Campagna Amica e dal contributo determinante di importanti realtà del Paese.

L’iniziativa, afferma Coldiretti, è stata resa possibile dalla partecipazione di: Conad, Enel, Intesa San Paolo, Philip Morris Italia, Snam, Eni, Grana Padano, Granarolo, Generali, Rigamonti, Poste Italiane, Parmigiano Reggiano, Montana, Casillo, Le Stagioni d’Italia, Virgilio, Plasmon, Casa Modena, Ferrovie Italiane, Terna, Novamont, Pomì, Gardalatte, Banco BPM, Unioncamere e Codacons.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco l'elenco dei prezzi del carburante in provincia di Lucca. Comune per comune gli impianti più economici dove fare rifornimento.
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità