Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:50 METEO:LUCCA16°29°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
sabato 12 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Uomo viene «inghiottito» da una balena al largo del Massachusetts: la testimonianza

Attualità venerdì 19 marzo 2021 ore 16:54

Nella Piana si pensa al turismo della ripresa

veduta della piana di lucca

Per costruire il post Covid nel settore, ecco il documento redatto per l'organizzazione e la gestione della destinazione d'area fino al 2025



LUCCA — Nella Piana di Lucca si pensa al turismo della ripresa in era post Covid-19. Per costruire il futuro, ecco il documento redatto dal Centro studi turistici di Firenze, riguarda l'organizzazione e la gestione della destinazione turistica dei Comuni di Lucca, Capannori, Altopascio, Porcari, Montecarlo e Villa Basilica fino al 2025. Si ragiona in termini di Ambito turistico, l'organismo nato due anni fa per attuare gli interventi di promozione di tutto il territorio e svolgere in forma associata le funzioni di accoglienza e informazione.

Il Piano di Gestione della Destinazione - presentato nel corso di una conferenza stampa dall'assessore al turismo del Comune di Lucca Stefano Ragghianti insieme ai suoi omologhi dei Comuni di Capannori Lucia Micheli e di Altopascio Martina Cagliari - fa riferimento al territorio dei sei Comuni che, nell'insieme, ha una superficie di 441 chilometri quadrati e una popolazione di circa 165mila abitanti. Il documento mette a fuoco la 'destinazione Piana' nella situazione pre e post pandemia. Il 'prima' parla di circa 730.000 presenze ufficiali, distribuite in circa 450 strutture ricettive fino al 2019. 

E dopo il Covid, che ne sarà del turismo nella Piana lucchese? Dieci sono i prodotti turistici tematici definiti: turismo degli eventi culturali; viaggi d'arte e brevi soggiorni; natura e sport all'aperto; scoperta del territorio e passione enogastronomica; turismo d'affari e congressuale, matrimoni in ville e palazzi storici. In rapporto a questi prodotti sono emerse proposte strutturate su 7 materie diverse: logistica e trasporti, informazione e comunicazione, promozione e commercializzazione, coordinamento degli eventi, accompagnamento alle imprese, rapporto tra gli operatori privati e le pubbliche amministrazioni, sostenibilità ambientale. All'interno di 4 laboratori di co-progettazione, gli operatori hanno inoltre lavorato a sviluppare 3 specifici prodotti turistici: quello delle ville e palazzi lucchesi, quello dell'enogastronomia e quello legato a Puccini e la musica.

Partendo dal quadro strategico delineato dal Piano di Gestione adesso il Comune di Lucca, in qualità di capofila dell'Ambito turistico, procederà a individuare attraverso un avviso pubblico l'Agenzia di Gestione della Destinazione, che sarà scelta fra gli operatori con licenza di Agenzia di viaggi o Tour Operator. 

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Continuano invece a emergere casi di infezione, segno che il virus ancora circola. Ecco i dati in dettaglio territoriale dai bollettini ufficiali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Lavoro

Attualità