comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LUCCA
Oggi 21°29° 
Domani 19°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
sabato 11 luglio 2020
corriere tv
Maltempo in Lombardia: bomba d'acqua a Brescia, venti oltre i 130 km/h

Attualità martedì 23 giugno 2020 ore 16:42

Disagi nei piccoli uffici postali, caso in Regione

In Versilia, vicino Lucca e Garfagnana. Il consigliere regionale Pd, Baccelli: "Si danneggiano i diritti delle comunità e la ripresa economica"



LUCCA — Stefano Baccelli, consigliere regionale del Pd ha portato in Regione il caso dei disagi nei piccoli uffici postali della provincia di Lucca.

La riduzione dei servizi postali nel nostro territorio - ha detto - desta non poca preoccupazione dal punto di vista degli impiegati, della cittadinanza e, non meno, della ripresa economica post emergenza sanitaria. A seguito delle misure per contenere l’epidemia da Covid in Versilia e su Lucca gli Uffici Postali sono stati riaperti in maniera discontinua, lasciando uffici a giorni alterni e altri a doppio turno". 

Baccelli ha elencato i luoghi in cui si verificano disservizi: "Si tratta di territori ad alta affluenza turistica come Querceta, Forte dei Marmi, Lido di Camaiore, Marina di Pietrasanta, Torre del Lago. Restano, invece, aperti a giorni alterni gli uffici postali di Piano di Mommio Bozzano e Quiesa, nel Comune di Massarosa, e Seravezza. A Lucca continua ad essere chiuso il doppio turno degli uffici di Capannori, Montecarlo, Marginone, Castelnuovo e Fornaci di Barga". 

"Una situazione - ha aggiunto Baccelli - che sembra abbia poco a che vedere con le misure post Covid e che non vorrei fosse utilizzata da Poste Italiane per ridurre ulteriormente i servizi nei nostri territori. Porterò il caso all’attenzione del Consiglio regionale e della Giunta, alla quale chiederò di attivare una verifica sulle scelte messe in campo da Poste Italiane nella provincia di Lucca, che non solo danneggiano i principi di universalità e territorialità di un servizio essenziale come questo ma che, data la riduzione degli orari di apertura, favoriscono, inevitabilmente, assembramenti di persone, come sappiamo vietate dalle misure anti Covid". 

"La limitazione dei servizi postali - ha concluso il consigliere lucchese - non può che ledere il diritto sacrosanto della cittadinanza di accesso ai servizi postali e creare, ingiustificabilmente, non pochi disagi in un periodo di affluenza turistica e di ripresa delle attività produttive e commerciali, come quello che stiamo attraversando”. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità