QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LUCCA
Oggi 7° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
martedì 21 gennaio 2020

Attualità mercoledì 12 novembre 2014 ore 15:20

La differenziata si allarga a luoghi pubblici

Non più solo porta a porta. Dal 2015, bidoni colorati saranno posizionati in diverse aree, con la prospettiva di introdurli anche nelle scuole



CAPANNORI — Non più solo in casa. Dal 2015, a Capannori, la raccolta differenziata dei rifiuti potrà essere fatta anche nei luoghi pubblici. 

Comune e Ascit installeranno in via sperimentale una serie di cestini per la raccolta differenziata, quindi con contenitori distinti per carta, plastica, vetro e organico, in alcuni dei luoghi pubblici più frequentati del territorio comunale.
I nuovi cestini multi-comparto con i colori che riprendono quelli dei contenitori domestici (bianco per la carta, azzurro per la plastica, blu per il vetro, marrone per l’organico) sostituiranno i cestini che attualmente raccolgono ogni tipo di rifiuto in modo indifferenziato.
Il primo lotto di questa nuova iniziativa ecologica prevede l’installazione di cestini per la raccolta differenziata nei pressi delle quattordici fonti della Via dell’Acqua, di fronte alla sede comunale di piazza Aldo Moro, ad Arté, Athena e al parco pubblico a Capannori e ad Artémisia a Tassignano.
“Il nostro obiettivo è aumentare ulteriormente la già alta percentuale di raccolta differenziata realizzata sul nostro territorio a tutela dell’ambiente – spiega l’assessore all’ambiente Matteo Francesconi –, consentendo ai cittadini di poter proseguire anche fuori casa la buona pratica di dividere secondo varie tipologie ciò che gettano via. Abbiamo voluto iniziare posizionando i nuovi cestini alle fonti della via dell’acqua per affiancare una nuova buona pratica ad una buona pratica già esistente. Al contempo abbiamo inteso dotare di questo nuovo servizio anche alcuni dei luoghi pubblici più frequentati come il parco e i poli culturali. Proseguiremo poi con l’installazione dei cestini di nuova generazione in altre aree del territorio". 
“Con questa nuova iniziativa vogliamo fornire ulteriori servizi agli utenti – spiega il presidente di Ascit Maurizio Gatti -. Riteniamo importante dare la possibilità ai cittadini capannoresi, già cosi virtuosi all’interno delle proprie abitazioni, di proseguire questa buona pratica anche quando vanno al lavoro, si recano nella sede comunale o sono a passeggio. Un’opportunità per tenere comportamenti ecosostenibili anche fuori casa.
Dopo una prima fase sperimentale pensiamo di estendere ulteriormente il nuovo servizio per arrivare a coprire tutti i luoghi pubblici maggiormente frequentati”.
Comune e Ascit dopo aver testato la fase sperimentale dell’iniziativa hanno intenzione di dotare di cestini per la raccolta differenziata le scuole del territorio e aree pubbliche del territorio.



Tag

«La filosofia del Noi». Gli youtuber Sofia Viscardi e Alessandro Tenace insegnano a «restare umani»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Attualità