Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:25 METEO:LUCCA16°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
mercoledì 21 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità sabato 03 aprile 2021 ore 09:10

Il vigile di zona con 312 pattuglie in 6 mesi

polizia municipale

La fase sperimentale si è conclusa e adesso si traccia il bilancio del servizio per la sicurezza urbana che si è mosso sulle gambe di 4 agenti



CAPANNORI — Con 312 servizi di pattuglia in 6 mesi e 69 segnalazioni raccolte da parte dei cittadini, è positivo il bilancio del servizio sperimentale del vigile di zona appena conclusosi dopo 6 mesi di attività, da ottobre a fine marzo. Grazie a questo progetto, finanziato al 70% dalla Regione Toscana con un bando sulla sicurezza urbana, 4 agenti di polizia municipale assunti a tempo determinato sono stati presenti nei vari paesi del capannorese per garantire maggiore sicurezza ai cittadini. Suddivisi in due squadre e affiancati da agenti di maggiore esperienza, i vigili di zona hanno pattugliato le frazioni dal lunedì al sabato sulla base di un calendario settimanale predefinito e sono stati presenti ai Punti di ascolto stabiliti per raccogliere le segnalazioni della cittadinanza.

In sei mesi sono state dedicate a questo servizio 312 pattuglie, con altrettante ore di attività di Punto di ascolto. Le segnalazioni raccolte dai cittadini sono state complessivamente 69, di cui 39 nella zona sud, 5 nella zona centro e 25 nella zona nord. Numerose le richieste di informazioni giunte dai cittadini su vari temi tra cui gli orari degli uffici comunali, la modulistica, il codice della strada e la normativa relativa all'emergenza sanitaria. Le pattuglie della polizia di prossimità hanno inoltre garantito un controllo capillare del rispetto della normativa anti-Covid.

I vigili di zona hanno inoltre eseguito controlli stradali e nelle aree pubbliche come parchi gioco, piazze ed altri luoghi di ritrovo per garantire maggiore sicurezza, sia in ambito stradale che urbano, grazie anche all’utilizzo di un tablet che ha consentito loro di registrare le segnalazioni e di effettuare verifiche su veicoli che sono apparsi sospetti.

I dati soddisfano l'assessore alla sicurezza urbana Lucia Micheli: “La notevole differenza tra le segnalazioni raccolte nelle varie zone del territorio dimostra che è stata apprezzata la presenza degli agenti soprattutto nelle frazioni più lontane dal centro e dalla viabilità principale, centrando uno degli obbiettivi di questo progetto, ovvero quello di assicurare un servizio di polizia municipale più vicino ai cittadini e con un rapporto più diretto con loro" anche grazie "alla presenza settimanale nella stessa zona della pattuglia e al fatto che il personale dedicato al progetto è stato costituito dallo stesso gruppo di agenti che ha avuto possibilità di creare una relazione diretta con i residenti delle frazioni”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Purtroppo si conta anche una vittima in ambito di Lucca. I dati territoriali in dettaglio dai bollettini di Regione e Asl Toscana nord ovest
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità