Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:25 METEO:LUCCA11°18°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
giovedì 06 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Omicidio Cerciello, la vedova in lacrime: «Questa sentenza non mi riporterà Mario»

Attualità lunedì 29 marzo 2021 ore 19:35

Anticorpi monoclonali, primi due pazienti a Lucca

La nuova terapia contro il Covid -19 è stata somministrata a un giovane di 24 anni e a una donna di 44 affetti dal virus



LUCCA — La cura per il Coronavirus con gli anticorpi monoclonali è sbarcata all'ospedale San Luca di Lucca, dove è già stata somministrata a due pazienti. Lo rende noto l'Asl nord ovest.

L'avvio della terapia era stata annunciata nei giorni scorsi dal direttore di malattie infettive Sauro Luchi. La cura è arrivata nelle disponibilità della farmacia dell'ospedale venerdì 26 Marzo e, come rende noto l'azienda sanitaria, tra sabato e oggi è stata somministrata a un giovane di 24 anni e a una donna di 44 affetti da Covid-19.

"Entrambi i trattamenti - spiega una nota dell'Asl nord ovest- sono stati effettuati all’interno del pronto soccorso diretto da Fabiana Frosini, struttura in cui è più probabile che al momento vengano intercettati i pazienti con le caratteristiche giuste per la somministrazione della terapia. Si tratta in particolare di persone positive al Coronavirus ma in condizioni cliniche lievi o moderate (non hanno quindi necessità di essere ricoverati in ospedale) e che presentano alcuni specifici fattori di rischio. Gli anticorpi monoclonali possono essere usati anche per persone giovani: l’uomo trattato in questi giorni ha 24 anni, la donna 44".

“Si tratta di un’opportunità terapeutica in più – spiega la direttrice sanitaria dell’ospedale Michela Maielli – da mettere in atto in determinate condizioni, che i nostri professionisti hanno ben chiare. Oggi al San Luca disponiamo di entrambe le combinazioni di monoclonali in commercio e sono tutte e due affidabili. Vaccinazione e sviluppo di nuove terapie vanno quindi di pari passo e questo ci induce all’ottimismo. Vorrei evidenziare il grande lavoro di squadra che è stato portato avanti in questi giorni, in particolare da farmacia, pronto soccorso e malattie infettive. Il prossimo passo sarà quello di individuare le persone anche sul territorio, in collaborazione con i medici di medicina generale”.   

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle ultime 24 ore sono tornati a salire i casi di coronavirus, sei i territori comunali colpiti dal virus. I dati dei bollettini di Asl e Regione
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità