Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:25 METEO:LUCCA11°18°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
giovedì 06 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Omicidio Cerciello, la vedova in lacrime: «Questa sentenza non mi riporterà Mario»

Attualità lunedì 19 aprile 2021 ore 18:04

Suolo pubblico gratuito in più per il 2021

ristorante chiuso
Gli spazi esterni sono a disposizione di tutte le tipologie di negozio

L'amministrazione comunale dà modo a chi già ha lo spazio di ampliarlo, a chi non ce l'ha di ottenerlo. Obiettivo riaperture possibili il 26 aprile



ALTOPASCIO — Spazi esterni aggiuntivi per svolgere al meglio il proprio lavoro: anche per il 2021, in vista della riapertura del 26 aprile qualora la Toscana fosse zona gialla, l’amministrazione comunale dà la possibilità ai commercianti altopascesi di richiedere lo spazio esterno gratuito, sia per chi già ce l’ha e vuole estenderlo, sia per chi non ne ha. Viene quindi confermata la misura introdotta lo scorso anno, che consentirà alle attività commerciali e artigianali del paese, centro e frazioni, di somministrazione e non, di fare affidamento su spazi esterni aggiuntivi, così da garantire sicurezza all’utenza, sviluppare meglio il proprio lavoro e organizzare la delicata fase delle riaperture. 

Tutti, spiega il Comune di Altopascio in una nota, possono richiedere gratuitamente il suolo pubblico: i negozi di vendita al dettaglio, le attività artigianali e gli esercizi di somministrazione. Chi già dispone del suolo pubblico, invece, può chiedere di ampliare lo spazio esterno a disposizione. Le pratiche sono già in corso e le sta seguendo l’assessore al commercio, Adamo La Vigna insieme con gli uffici tributi e Suap.

Nello specifico, i negozi di vendita al dettaglio (commercio in sede fissa) che si affacciano sui marciapiedi potranno utilizzare gratuitamente gli spazi antistanti il proprio ingresso e, in accordo con i soggetti confinanti, anche gli spazi immediatamente limitrofi, lasciando ovviamente libero il passaggio dei pedoni. In questa area pubblica potranno essere posizionati tavolini, sedie e ombrelloni che dovranno conservare il proprio decoro e l'igiene per tutto il periodo di installazione. 

Per quanto riguarda le attività commerciali di somministrazione di alimenti e bevande esistono situazioni diverse: alcuni esercizi hanno già il suolo pubblico e hanno la possibilità di occupare ampi spazi. Altri, invece, trovandosi a ridosso della strada o affacciati sul marciapiede, non hanno la stessa opportunità. Per uniformare le situazioni e garantire un principio di equità, l’amministrazione ha deciso che: le attività commerciali di somministrazione di alimenti e bevande che si affacciano sui marciapiedi potranno utilizzare gratuitamente lo spazio di due posti auto (per 25 metri quadrati). 

In alternativa, sarà possibile utilizzare un’area pubblica fino a un massimo di 40 metri quadrati ubicata nelle vicinanze della propria attività. Lo spazio assegnato (posti auto o, in alternativa massimo 40 metri quadrati) deve essere delimitato da fioriere, vasi o altri elementi di arredo urbano leggeri. Chi già possiede il suolo pubblico, può aggiungere ulteriore spazio, fino a un massimo di 40 metri quadrati, al suolo già occupato.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle ultime 24 ore sono tornati a salire i casi di coronavirus, sei i territori comunali colpiti dal virus. I dati dei bollettini di Asl e Regione
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità