comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LUCCA
Oggi 19° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
lunedì 30 marzo 2020
corriere tv
Coronavirus, Fontana a Domenica In: «Forse vicini al picco»

Cronaca giovedì 19 marzo 2020 ore 09:06

In giro senza motivo, fermati dopo un inseguimento

L'auto sulla quale viaggiavano era stata notata più volte in giro e alcuni cittadini avevano segnalato il fatto alla municipale



ALTOPASCIO — La lotta all'inosservanza delle misure di contenimento del coronavirus conta altre due persone denunciate dalla polzia municipale. Si tratta di due uomini residenti nella Piana di Lucca, fermati e denunciati per il mancato rispetto delle disposizioni del Governo per ridurre gli spostamenti.

I due sono stati bloccati dopo un inseguimento. L'auto sulla quale viaggiavano era stata notata più volte in giro e alcuni cittadini avevano segnalato il fatto alla municipale.

“In seguito a numerose segnalazioni da parte dei cittadini, che ci hanno più volte chiamato per indicarci la presenza di una macchina che scorrazzava per il territorio da giorni, e nell’ambito della capillare attività di controllo e pattugliamento del paese, centro e frazioni, in linea con quanto richiesto anche dalla Prefettura di Lucca - commenta il comandante della Polizia Municipale, Italo Pellegrini -, proprio oggi siamo riusciti a fermare l’auto sospetta, dopo un breve inseguimento, e a identificare le due persone a bordo. Si tratta di due pregiudicati, con all’attivo diversi precedenti penali per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti: non si stavano spostando per nessuno dei tre motivi previsti dal decreto governativo (lavoro, salute o necessità impellenti). Li abbiamo accompagnati al comando della Municipale per l’identificazione e denunciati all’Autorità giudiziaria per violazione delle misure di contenimento previste dal decreto”.

Rinnova l’appello a stare a casa il sindaco di Altopascio, Sara D’Ambrosio. “Questa e la prossima saranno le settimane decisive nella lotta alla diffusione del Coronavirus in Toscana e nel nostro territorio - spiega -. È la settimana in cui crescerà il numero dei contagi e dei casi positivi e dipenderà solo da noi riuscire a contenerli. Per farlo dobbiamo restare a casa: questo significa non trovarci fra 10 giorni con ospedali e rete ospedaliera al collasso; significa non doverci trovare nella drammatica situazione in cui non ci sia più posto per curare i malati di Coronavirus e i malati in generale. È il momento della responsabilità di ognuno, in ballo c’è la vita di tutta la comunità, di tutto il Paese”. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità