comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LUCCA
Oggi 17°22° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
sabato 06 giugno 2020
corriere tv
Maltempo nel Bolognese: strade come torrenti a Granaglione

Attualità domenica 17 maggio 2020 ore 09:50

Un fondo a tre zeri per dare ossigeno al commercio

L'amministrazione comunale stanzia 300mila euro contro gli effetti economici del covid-19 sul commercio al dettaglio, turismo e artigianato



ALTOPASCIO — Un fondo straordinario da 300mila euro per il mondo del commercio al dettaglio, del turismo, dell’artigianato, delle piccole attività, colpito dagli effetti economici del Covid-19. Lo ha previsto la giunta D’Ambrosio, che il 15 maggio ha approvato il bilancio consuntivo, grazie al quale è possibile investire parte dell’avanzo per sostenere i settori più penalizzati dall’emergenza Coronavirus. 

Una misura straordinaria e molto corposa, alla quale andranno ad aggiungersi nei prossimi giorni ulteriori e nuove risorse - anche queste nell’ordine delle svariate migliaia di euro - per le famiglie, per le associazioni sportive e di volontariato e per l’organizzazione dei campi estivi. 

“Quello che compiamo è un grande sforzo, economicamente parlando, per il Comune, abbiamo deciso di fare la nostra parte a sostegno della comunità, perché possa ripartire con sicurezza e certezza, ma è opportuno che anche il Governo aiuti gli enti locali: la pandemia riguarda tutti, anche i Comuni" commenta il sindaco Sara D’Ambrosio.

"Stiamo studiando il modo più efficace attraverso cui erogare questi fondi - sggiunge il sindaco- che potranno andare a sostenere lo sgravio dei tributi comunali o a sostenere il pagamento dell’affitto per le attività che pagano il canone di locazione".

Inoltre, oltre alla gratuita della tassa di occupazione del suolo pubblico, cosa prevista anche dal decreto governativo, il Comune sta definendo insieme agli stessi negozi, di somministrazione e non, del centro e delle frazioni, gli spazi esterni utilizzabili: spazi esterni gratuiti per chi non ce l’ha, spazi esterni gratuiti più ampi del solito per chi già ce l’ha.

Un capitolo a parte riguarda la promozione e il rilancio, con risorse per sostenere la ripartenza. “Risorse che andranno a sostenere le iniziative, promosse anche dai commercianti e dagli operatori turistici e aperte a tutti, sempre nel rispetto delle norme di sicurezza, e che avranno come tema portante il rilancio di Altopascio - continua il sindaco -. L’obiettivo è tornare . Tra queste iniziative c’è anche la creazione del marchio #IoScelgoAltopascio, che, attraverso la creazione di pacchetti culturali, turistici, enogastronomici e più strettamente legati agli acquisti, ci permetterà di attrarre persone ad Altopascio per un giorno, un fine settimana o una settimana”.

A giorni, inoltre, l’amministrazione comunale indicherà anche le cifre destinate al sostegno delle famiglie, per le quali il Comune vuole creare un altro fondo straordinario apposito, delle associazioni sportive e di volontariato e all’organizzazione dei campi estivi. “Ad Altopascio si faranno i centri estivi per bimbi e ragazzi: lo dobbiamo ai nostri ragazzi, lo dobbiamo alle loro famiglie e lo dobbiamo anche alle associazioni che non vedono l’ora di ripartire - conclude Sara D’Ambrosio - È già arrivata dalla Regione Toscana la buona notizia di un contributo straordinario di 10mila euro per organizzare questo servizio, che andranno ad aggiungersi alle altre risorse che metteremo a disposizione anche noi come amministrazione comunale. In attesa di conoscere le linee-guida del Governo rispetto a questo argomento, noi ci stiamo portando avanti: stiamo definendo l’avviso per far partecipare tutte quelle associazioni che vorranno organizzazione centri estivi ad Altopascio e stiamo definendo l’avviso per le famiglie per aiutarle economicamente ad iscrivere i propri ragazzi alle attività. Inoltre metteremo a disposizione ulteriori risorse per le associazioni sportive e di volontariato del nostro territorio: anche loro rischiano di restare schiacciate dagli effetti economici del Covid-19 e noi faremo tutto quello che è nelle nostre disponibilità per sostenerle e aiutarle a ripartire”.

L’amministrazione D’Ambrosio, infine, ha attivato anche il conto corrente, intestato a “Servizio tesoreria Comune di Altopascio”, su cui i cittadini, aziende, associazioni, fondazioni possono fare donazioni per la ripartenza del paese. È possibile fare donazioni tramite conto corrente postale 122556, oppure tramite Iban, presso Banco BPM - filiale di Altopascio:

IT 97N0503470081000000001915; codice Swift (per i conti esteri) BAPPIT21S09, e scegliere una delle due causali disponibili: “emergenza Coronavirus” o “solidarietà alimentare”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità