comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:40 METEO:LUCCA12°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
giovedì 26 novembre 2020
corriere tv
Morto Maradona, quando si raccontò a Kusturica: «La droga? Immaginati che giocatore sarei stato senza cocaina»

Attualità lunedì 16 novembre 2020 ore 09:28

Duemila alberi per migliorare la qualità dell'aria

Alberi e arbusti anti smog: il Comune parteciperà al bando regionale sui progetti integrati per l’abbattimento delle emissioni



ALTOPASCIO — Quasi 2000 mila nuovi alberi per rigenerare l’aria di Altopascio e abbattere gli agenti inquinanti. È il progetto definitivo approvato dalla giunta D’Ambrosio, che permetterà all’amministrazione comunale di partecipare al bando regionale “Progetti integrati per l’abbattimento delle emissioni climalteranti in ambiente urbano”.

 L’obiettivo è quello di contrastare il crescente diffondersi delle polveri sottili e, più in generale, il miglioramento della qualità dell’aria, attraverso la realizzazione di una serie di interventi di piantumazione di alberi e arbusti anti-smog, su aree di proprietà comunale nelle zone maggiormente esposte all’inquinamento. Il progetto, che si inserisce nelle strategie del Piano di azione comunale (condiviso anche con gli altri comuni della Piana), prevede un investimento di circa 390mila euro, che il Comune si impegna a coprire finanziariamente nell’ordine dell’11 per cento della cifra complessiva, per un totale di 1890 nuovi alberi.

“Abbiamo lavorato con gli uffici che ringrazio per predisporre un progetto definitivo al fine di partecipare a questo importantissimo bando regionale – spiega l’assessore all’ambiente, Daniel Toci - La nostra volontà è quella di procedere con convinzione verso l’implementazione del patrimonio arboreo in città. Se saremo prescelti, se il nostro progetto sarà selezionato, metteremo a dimora quasi 2000 alberi, scelti tra quelle specie più adatte per contrastare gli agenti inquinanti e le polveri sottili. Il progetto di Altopascio nasce da uno studio accurato del territorio che ha portato alla scelta delle aree di intervento e di conseguenza alla individuazione delle specie arboree più adatte per garantire il massimo risultato ambientale. Gli interventi di forestazione urbana mirati all’abbattimento degli inquinanti atmosferici richiedono infatti una scelta accurata della specie o dell’associazione migliore di specie, in funzione delle loro caratteristiche ecologiche, oltre che di quelle ambientali quali clima, esposizione, disponibilità idrica e altre specie vegetali presenti”.

Il progetto di forestazione di nuove alberature nel comune di Altopascio interessa cinque siti, tutti distribuiti nel capoluogo comunale: Gora del Molino (ex campo di Calcio); area Turchi-Belvedere (via Regione Umbria), particolarmente priva di alberature; Cassa Gatti, con la forestazione delle due porzioni della cassa di espansione e la sistemazione del piccolo parchetto e dell’area a parcheggio poste su via Pietro Mascagni; Parco Unità d’Italia, con l’incremento del patrimonio arboreo; viali del centro. Nei diversi ambiti di intervento le piantumazioni si differenziano per tipologia, andando da interventi di verde stradale, a quelli di creazione di nuove alberature all’interno di parchi urbani esistenti fino ad arrivare a veri propri progetti di imboschimento.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità