Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:LUCCA20°31°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
sabato 13 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video della violenta grandinata che si è abbattuta su Milano: i chicchi danneggiano le carrozzerie delle auto
Il video della violenta grandinata che si è abbattuta su Milano: i chicchi danneggiano le carrozzerie delle auto

Attualità mercoledì 22 novembre 2017 ore 12:00

Striscione fascista sotto casa del sindaco

Appeso uno striscione contro il sindaco di Lucca Tambellini dopo aver dato la cittadinanza simbolica ad alcuni bimbi stranieri. La solidarietà del Pd



LUCCA — ''Unico cittadino onorario s.e. Benito Mussolini'': questo il messaggio intimidatorio scritto su uno striscione che Forza Nuova ha esposto sotto casa del sindaco di Lucca Alessandro Tambellini. E su Facebook Fn spiega che l'azione è in risposta alla cittadinanza italiana simbolica conferita dal Comune a 38 bimbi nati da genitori stranieri e residenti a Lucca in occasione della Giornata internazionale dei diritti dell'infanzia.

"Per noi non esiste nessuna cittadinanza agli immigrati, tanto meno onoraria", spiega Leonardo Cabras, coordinatore toscano di Fn.

Il sindaco Alessandro Tambellini ha scritto un post su Facebook riguardo l'episodio: "La cittadinanza simbolica, introdotta nel 2013 dalla mia amministrazione, grazie anche all'impegno che su questo tema ha profuso il compianto consigliere comunale Alessandro Bertolucci, rappresenta un modo per promuovere l'uguaglianza tra persone di origine straniera e italiana che nascono, vivono, crescono, studiano e lavorano in Italia, e a Lucca in particolare. Forse i militanti di Forza Nuova hanno paura di questi 38 bambini cui abbiamo conferito lunedì scorso la cittadinanza simbolica nella sala del consiglio comunale? In questa triste vicenda non si tratta di tutelare la mia persona, ma la Memoria storica di una intera comunità. Lo striscione, infatti, configura in maniera chiara un reato che in Italia è perseguito per legge: si chiama apologia del Fascismo".

Per Tambellini arriva la solidarietà dal Pd, dai vertici toscani e dai parlamentari. 

"In Italia il diritto alla critica e al dissenso è garantito dalla Costituzione. L'apologia di fascismo invece è un reato perseguito dalle leggi. Il fascismo non è una opinione, è un crimine", scrive su Fb Andrea Marcucci, senatore del Pd, che parla di "odioso striscione". 

"Lucca, città accogliente e democratica, saprà respingere con determinazione l'intollerabile iniziativa di Fn. Lecito esprimere opinioni per noi assolutamente non condivisibili, intollerabile ci risulta l''esaltazione di Mussolini e della sua dittatura che ha provocato centinaia di migliaia di morti. Fatti come questi ci dicono dell''estrema ed attuale pericolosità di ideologie che pensavamo sconfitte dalla storia. Ed è per questo che non abbasseremo la guardia", afferma la deputata dem Raffaella Mariani

La solidarietà del segretario del Pd Toscana Dario Parrini: “Solidarietà mia personale e del Pd Toscana al sindaco di Lucca Alessandro Tambellini. I fascio-razzisti di Forza Nuova hanno appeso sotto casa sua uno striscione disgustoso dopo la scelta del comune di sottolineare la Giornata mondiale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza conferendo cittadinanze simboliche a figli di immigrati residenti in città. Respingiamo con tutta la forza possibile questo atto intimidatorio e incivile così come respingemmo il penoso blitz dell'agosto scorso a Pistoia contro don Biancalani. La guardia non l'abbasseremo mai”, conclude Parrini.

Qui sotto il post del sindaco di Lucca Alessandro Tambellini


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'ordinanza firmata dal presidente della Regione Eugenio Giani vieta il lavoro nei campi e sotto il sole, nelle ore più calde dei giorni a rischio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Attualità