QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LUCCA
Oggi 11° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
martedì 26 marzo 2019

Cronaca mercoledì 26 dicembre 2018 ore 12:15

Sequestrato il circolo che faceva la discoteca

Nei guai i gestori di un circolo Aics alle porte di Lucca. Durante i controlli i carabinieri hanno trovato molte irregolarità e uno spacciatore



LUCCA — Un circolo Aics alle porte di Lucca è stato sequestrato nella notte dai carabinieri.

I militari sono intervenuti per verificare il rispetto delle prescrizioni di sicurezza da parte dei gestori dei locali di intrattenimento musicale e danzante. 

Il provvedimento cautelare di sequestro, adottato in via d’urgenza, è scattato dopo che i militari hanno riscontrato una situazione di palese contrasto con lo statuto sociale del circolo, poiché unicamente rivolta a consentire un’attività di pubblico spettacolo in modo imprenditoriale, tra l’altro molto pubblicizzata attraverso internet e i social, con l’organizzazione di eventi ad alto richiamo in programma nei prossimi giorni. 

In particolare, i carabinieri hanno constatato all’interno della struttura, che presentava in tutto le caratteristiche di una comune discoteca, la presenza di numerose persone non iscritte nel registro di soci, ai quali era stato chiesto l’acquisto di un tagliando per avere diritto all’ingresso. 

Ad alcuni dei presenti erano state affidate mansioni di sicurezza, ad altre come disck-jokey

Tra coloro che esercitavano quest’ultima attività, un cittadino italiano di 44 anni è stato sorpreso vicino alla consolle in possesso di tre tipi di stupefacente diverso (cocaina, hashish e marijuana), già ripartita in dosi, ed è stato tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio. Altri stupefacenti, dopo l’uscita dei clienti, sono stati trovati sotto un divano.

Al presidente del circolo sono state contestate anche numerose irregolarità di carattere amministrativo, per quanto concerne la normativa sul divieto di fumo e la somministrazione di alimenti e bevande.

Questo locale non è la prima volta che rimane coinvolto in situazioni di irregolarità. Già nel 2016, sia pure sotto nome e assetto sociale diverso, nei confronti del circolo era stato eseguito dai Carabinieri un decreto di sequestro preventivo a seguito della contestazione, all’allora presidente, del reato di apertura abusiva di luoghi di pubblico intrattenimento e spettacolo.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca