QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LUCCA
Oggi 7° 
Domani 3° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
venerdì 14 dicembre 2018

Attualità venerdì 07 dicembre 2018 ore 11:06

Sospesa la costituzione della nuova Camera

Sospesa la costituzione della Camera di Commercio della Toscana Nord Ovest mediante accorpamento delle Camere di Pisa, Lucca e Massa Carrara



PISA — Con ordinanza pubblicata il 3 dicembre il Consiglio di Stato ha accolto la richiesta di sospensiva avanzata dalla Camera di Commercio di Massa Carrara per la procedura di costituzione della Camera di Commercio della Toscana Nord Ovest mediante accorpamento delle Camere di Pisa, Lucca e Massa Carrara.

Il Consiglio di Stato, richiamate le ordinanze già emesse per gli altri analoghi ricorsi, già giudicati nei mesi scorsi, "Conferma anche nei confronti delle tre Camere in parola e del Commissario ad acta la sospensione del Decreto Ministeriale 16 febbraio 2018 e degli atti conseguenti al fine di mantenere invariata la situazione attuale di autonomia dei tre Enti, in attesa del giudizio del TAR sulle varie questioni rilevate dalla Camera di Carrara (e da altre Camere in Italia) tra cui la possibile illegittimità costituzionale di alcune norme della riforma, in particolare sul rispetto della rappresentanza delle diverse basi associative nel nuovo Ente".

La complessa procedura di costituzione del Consiglio della nuova Camera, si sospende in attesa del giudizio del TAR del Lazio calendarizzato, a quanto si legge nell’Ordinanza per il 30 gennaio 2019.

Al oggi il Commissario Cristina Martelli fa sapere che "Ha ricevuto 61 istanze da parte di 27 associazioni di categoria del nuovo territorio di riferimento: 29.716 posizioni da controllare puntualmente, di cui quasi 2.000 da regolarizzare. 56 campionamenti per altre 1.500 posizioni su cui verificare dipendenti e quote associative". 

"Questo l’enorme lavoro su cui è impegnato in questi mesi il Commissario per verificare i quattro parametri (numero di imprese, numero dipendenti, relativo valore aggiunto e diritto annuale pagato) che determinano la rappresentanza delle associazioni di categoria del nuovo territorio per l’assegnazione dei 30 seggi del Consiglio della nuova Camera, oltre ai tre che vanno ai sindacati, ai consumatori e professionisti. Un lavoro attento e faticoso per assicurare trasparenza e correttezza dei pesi nella definizione della nuova governance, che al momento attende in attesa del giudizio del TAR".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità