Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:50 METEO:LUCCA16°29°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
sabato 12 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Europei, il momento in cui Eriksen si accascia a terra

Attualità mercoledì 09 giugno 2021 ore 15:08

Sulle concessioni la sveglia degli ambulanti

bancarelle

Dalla categoria arriva l'appello alle amministrazioni comunali a procedere senza proroghe con la definizione del rinnovo fino al 2032



MASSA CARRARA / LUCCA — Sul rinnovo delle concessioni dei posteggi dei mercati fino al 2032 gli ambulanti suonano la sveglia ai Comuni, chiedendo entro Giugno la definizione delle pratiche, almeno quelle ordinarie, rimandando all'autunno solo i casi particolari. A spingere sull'acceleratore è Anva di Confesercenti Toscana Nord, col suo presidente Roberto Luppichini.

“La proroga delle concessioni dei posteggi dei mercati fino al 2032 è un passaggio fondamentale per garantire il futuro degli ambulanti. Invitiamo quindi le amministrazioni comunali a completare l’iter entro il 30 Giugno come previsto, cogliendo la proroga concessa fino al 31 Ottobre solo per verificare quelle situazioni più delicate o difficili”, afferma Luppichini.

“Gli operatori attendono la chiusura delle pratiche – spiega Luppichini – nei termini fissati a inizio anno e cioè il 30 Giugno. La proroga concessa è stata disposta 'al fine di garantire la continuità delle attività e il sostegno del settore nel quadro dell'emergenza epidemiologica da Covid-19', come si legge nel provvedimento. Stiamo quindi parlando di una estensione dei termini solo per consentire ai Comuni che dovessero trovare difficoltà dal punto di vista dell’efficienza degli uffici, causa Covid, di poter concludere i procedimenti di rinnovo delle concessioni". 

Il procedimento di verifica dei requisiti che concernono le modalità di rinnovo, spiega ancora il presidente degli ambulanti Confesercenti, "deve, essere portato a termine da subito con l’adozione formale e il rilascio delle concessioni rinnovate per il termine di 12 anni". 

La conclusione nelle parole del responsabile Anva Toscana Nord Claudio del Sarto: “Le norme per i rinnovi fino al 2023 sono perfettamente applicabili visto che nessuna autorità sovraordinata è intervenuta su di esse privandole di efficacia, se si esclude una segnalazione dell’Antitrust che per ora non ha sortito effetti dal punto di vista normativo".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Continuano invece a emergere casi di infezione, segno che il virus ancora circola. Ecco i dati in dettaglio territoriale dai bollettini ufficiali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Lavoro

Attualità