Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:LUCCA10°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
lunedì 28 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ischia, lo scontro tv sulle case da abbattere. Il sindaco di Forio : «Superficiale dare la colpa all'abusivismo»

Attualità lunedì 30 agosto 2021 ore 15:17

Al San Luca curati 75 pazienti per il Long Covid

All'ospedale di Lucca c'è un ambulatorio per tutte quelle persone che dopo aver contratto il Covid adesso soffrono della sindrome post malattia



LUCCA — Stanchezza e spossatezza, sintomi respiratori, tosse o l’affanno, e disturbi del sonno, disturbi della vista e disturbi gastro-intestinali. Sono questi i sintomi che il Covid lascia in diverse persone che hanno superato la fase più acuta della malattia e che si presentano anche a mesi dalla guarigione. 

E’ il cosiddetto Long Covid: una sindrome che affligge soprattutto coloro che hanno contratto l’infezione in forma grave, tanto da dover ricorrere al ricovero in ospedale, e il cui decorso è seguito da uno specifico ambulatorio, organizzato presso la struttura di Pneumologia dell’ospedale San Luca di Lucca. 

Ne fanno parte le dottoresse Barbara Conti, Gabriella Matteelli, Maria Adelaide Roggi e Giulia Lenzini, coordinate dalla direttrice della Pneumologia lucchese, la dottoressa Barbara Canari Venturi.

“L’ambulatorio è attivo dal marzo scorso, due volte al mese, e fino ad oggi ha seguito 75 pazienti, tutti dimessi dall’ospedale di Lucca e a cui è stata diagnosticata una polmonite da Covid 19” spiega la dottoressa Canari.

“Il nostro compito - dice Barbara Conti, che fa parte del team medico dell’ambulatorio- è ricontattare il paziente dimesso, fargli alcune domande che ci permettono di valutare il suo stato di salute e l’eventuale presenza dei sintomi correlati al Long Covid e, infine, invitarlo in ambulatorio per approfondimenti. Oltre alla visita pneumologica, gli approfondimenti che possiamo effettuare sono l’emogasanalisi, l’ecografia toracica, la spirometria e l'analisi del sangue. Ne ricaviamo un quadro diagnostico più dettagliato, grazie al quale possiamo avviare specifici percorsi di cura dei sintomi da Long Covid”.

Ogni esame o visita che rientra in questo percorso di follow-up post Covid ha un apposito codice di esenzione, come previsto dalla Regione Toscana.

L'importanza di seguire i guariti da forme gravi di Covid 19 è sottolineata anche nei protocolli medici dell'Ausl Toscana nord ovest dove, tra le problematiche di tipo fisico, si evidenziano i possibili disturbi a carico dell'apparato respiratorio, in particolare ai polmoni, che sono l'organo bersaglio dell'infezione da Sars Cov-2.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nei giorni scorsi l'ultimo saluto alla coppia che aveva perso la vita nel crollo di Torre. Ora esequie anche per la terza vittima
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità