Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:LUCCA15°23°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
mercoledì 12 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Europei Atletica, Italia oro nella 4x100 maschile: la gara

Attualità giovedì 23 marzo 2023 ore 13:30

Mutui, le famiglie toscane chiedono importi più bassi

chiavi in serratura

Voglia di prima casa e contingenza con l'aumento dei tassi di interesse modificano l'approccio ai prestiti. La situazione provincia per provincia



TOSCANA — Voglia di prima casa sì, ma anche contingenza legata all'aumento dei tassi d'interesse. Ecco allora che le famiglie toscane modificano il loro approccio ai mutui avanzando richieste per importi più contenuti in media del 4,6% rispetto al 2021, per un equivalente di importo medio per mutuo prima casa sceso nel secondo semestre 2022 in Toscana a 146.255 euro

Le differenze territoriali sono marcate, e se nel Fiorentino si registra l'importo medio più alto con 161.878 euro, dall'Aretino giunge il più basso: 127.358 euro. I dati arrivano dall’analisi congiunta realizzata da Facile.it e Mutui.it, e la tendenza viene confermata anche dai dati preliminari relativi al 2023 che vedono la domanda media scendere ulteriormente a 143.701 euro.

Chi si accosta agli sportelli bancari della Toscana attualmente richiede mutui a coprire quote minori rispetto al valore dell'immobile: in un anno il rapporto è sceso dall'82% al 78%. La formula preferita è il tasso variabile, o variabile con cap (63% delle domande). 

Impennata delle surroghe, poi, tra quanti avevano sottoscritto anni fa finanziamenti a tasso variabile: nel primo bimestre 2023 hanno rappresentato il 20% del totale di domande di finanziamento (+156% rispetto allo stesso periodo del 2022). 

Provincia per provincia

Marcate, si diceva, le differenze per gli importi medi di mutuo richiesto per la prima casa nel secondo semestre 2022. Firenze è la provincia della Toscana dove è stato rilevato l’importo medio più alto (161.878 euro), seguita da Siena (148.279 euro). Valori inferiori alla media regionale per Lucca (145.371 euro), Prato (143.194 euro) e Livorno (139.326 euro). 

Continuando a scorrere la graduatoria toscana si posizionano Pisa (137.448 euro), Grosseto (137.160 euro) e Massa-Carrara (135.548 euro). Chiudono la classifica Pistoia (132.129 euro) ed Arezzo (127.358 euro).

Compravendite immobiliari in frenata

Dopo un primo semestre di ripresa, nella seconda parte del 2022 le compravendite immobiliari hanno subito un rallentamento proprio in coincidenza con l'aumento dei tassi, crescendo solo dello 0,8% rispetto allo stesso periodo del 2021. 

A livello provinciale, da Luglio a Dicembre in alcune aree della regione sono stati rilevati addirittura cali rispetto al secondo semestre 2021: Grosseto (-2%), Prato (-7%) e Massa-Carrara (-10%).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Con l’elezione al primo turno dell’assessore uscente, il centrosinistra conserva la guida dell’amministrazione comunale. Voti e percentuali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità