Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:45 METEO:LUCCA16°25°  QuiNews.net
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
domenica 29 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Stade de France, ancora disordini: la polizia usa gas lacrimogeni e spray urticanti sui tifosi (e i bambini)

Attualità mercoledì 19 gennaio 2022 ore 11:29

Favismo, ordinanza per proteggere chi ne soffre

fave

Si rinnova il provvedimento a tutela dei cittadini fabici che impone la vendita di fave fresche solo confezionate. Limiti anche alle coltivazioni



LUCCA — Vendita di fave solo se confezionate e limiti alla loro coltivazione: è la sostanza dell'ordinanza comunale a tutela delle persone che soffrono di favismo adottata su input dell'l'Azienda Usl Toscana Nord Ovest.

Il provvedimento rinnova l'ordinanza a tutela della salute di singoli cittadini fabici, affetti da una forma di anemia ereditaria caratterizzata dalla carenza di un enzima detto glucosio-6-fosfato deidrogenasi (G6PD), espresso soprattutto nei globuli rossi.

I titolari di attività commerciali in sede fissa e su aree pubbliche collocate nel territorio comunale potranno vendere fave fresche solo confezionate (non sfuse) e dandone chiara pubblicità attraverso appositi cartelli ben visibili. Inoltre, in aree specifiche di Sant'Alessio e Monte San Quirico individuate da apposita planimetria non potrà essere coltivato questo tipo di ortaggio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco l'elenco dei prezzi del carburante in provincia di Lucca. Comune per comune gli impianti più economici dove fare rifornimento.
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità