QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LUCCA
Oggi 17°30° 
Domani 15°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
giovedì 24 agosto 2017

Attualità sabato 12 agosto 2017 ore 12:03

Chiuse le fontane e stop all'acqua nelle ditte

Per la siccità sono state chiuse in via precauzionale di alcune fontane pubbliche in Lucchesia, chiusure notturne della zona industriale di Sambuca

FIRENZE — Siccità si corre ai ripari, in Lucchesia e nel Chianti. Chiusura in via precauzionale di alcune fontane pubbliche nel Morianese e in Brancoleria, nelle zone collinari in provincia di Lucca.

Lo rende noto il gestore idrico Geal. L'azienda, si spiega, "ha iniziato nei giorni scorsi ad alimentare i serbatoi che servono alcune zone collinari con le autobotti e quindi sta procedendo a sospendere temporaneamente l'erogazione di acqua da alcune fontane per limitare al massimo i disagi delle utenze collegate all'acquedotto". 

Intanto in provincia di Firenze Publiacqua, d'accordo col Comune di Tavarnelle Val di Pesa, dalle 23 del 13 agosto effettuerà, anche nei giorni successivi, chiusure notturne sulla rete idrica della zona industriale di Sambuca. 

Il provvedimento viene realizzato "sfruttando la settimana di Ferragosto proprio per impattare meno sulle attività produttive coinvolte, in gran parte chiuse o operative a scartamento ridotto. Queste chiusure sono realizzate al fine di preservare la risorsa locale e per posticipare l''eventuale ricorso a razionamenti sui centri abitati principali. Tale misura sarà attiva dalle 23 alle 6.30 del mattino". 

Sempre Publiacqua rende noto a Panzano in Chianti sono pronti a essere attivati due serbatoi d'emergenza, contestualmente alle integrazioni con autobotte che stanno rifornendo il sistema Barberino Val d'Elsa-Tavarnelle Val di Pesa attraverso la centrale Sambuca e il deposito del Morrocco ed alle battute straordinarie di ricerca perdite attive su tutto il territorio del Chianti e degli altri comuni più a rischio.

La misura si lega alla costante riduzione di produzione dei pozzi a servizio della frazione e della secca del torrente Pesa. Riguardo poi all'attività di ricerca di perdite, l'azienda rende noto che è stato individuato dai tecnici di Publiacqua un consumo anomalo da 5.000 mila litri al giorno in un'utenza privata nel territorio di Greve.

"Una dispersione di risorsa con impatti significativi nel creare disservizi all'utenza in una località approvvigionata quotidianamente con autobotti per un totale di circa 25-30 metri cubi - si rileva -. I dati dell'utenza sono stati comunicati al Comune di Greve in Chianti per verifiche ed eventuali provvedimenti conseguenti ad un comportamento non rispettoso della vigente ordinanza sindacale".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità