QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LUCCA
Oggi 13°21° 
Domani 17°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
lunedì 30 maggio 2016

Attualità venerdì 04 marzo 2016 ore 17:38

Pistoia-Lucca, 450 milioni per il raddoppio

A Palazzo Ducale l'incontro con tutti i soggetti coinvolti nel raddoppio della linea ferroviaria. Opera agognata dai territori e dai pendolari

LUCCA — Il lavoro della Regione per raddoppio della linea ferroviaviaria prosegue senza sosta: un'opera necessaria per la mobilità del territorio, ed entro il 2019 il raddoppio dovrebbe essere terminato. Presenti all'incontro l'assessore regionale alla mobilità Vincenzo Ceccarelli, il presidente della Provincia di Lucca Luca Menesini, il consigliere regionale del Pd Stefano Baccelli, Calogero Di Venuta di Rfi insieme e i rappresentanti dei Comuni di Altopascio, Capannori, Lucca, Montecarlo e Porcari, Comuni interessati dal raddoppio della linea.

Nell'incontrosono stati presentati i progetti per il raddoppio della linea ferroviaria. 235 milioni di euro verranno messi dalla Regione mentre 215 da Rfi, per un totale di 450 milioni di euro. I lavori saranno divisi in due lotti per la tratta Pistoia-Montecatini e per quella Montecatini-Lucca. L’inizio dei lavori per il lotto tra Lucca e Montecatini è previsto per aprile 2017.

"Anche i più scettici – dichiara l'assessore regionale alle Infrastrutture Ceccarelli –, a questo punto dovranno convincersi del fatto che, grazie alla Regione Toscana che su quest'opera ha deciso di investire ben 235 milioni in aggiunta ai 200 milioni del Governo, il raddoppio della ferrovia Lucca-Pistoia si farà. Si tratta di un'infrastruttura strategica per questo territorio, attesa ormai da troppo tempo. Ora finalmente la stazione appaltante RFI ci fa toccare con mano il cronoprogramma e lo stato della progettazione, che sulla tratta Montecatini-Lucca è ancora in fase preliminare, mentre sulla Pistoia-Montecatini entro aprile si apriranno i primi cantieri".

"L'impegno della Provincia di Lucca – afferma il presidente Menesini – è quello di assicurarsi che l'intervento sia realizzato in tempi certi e rapidi, poiché il nostro territorio da troppo tempo soffre di un gap infrastrutturale che lo penalizza, soprattutto negli spostamenti quotidiani dei pendolari. E' quindi fondamentale riuscire a colmare tale divario, per poter guardare a un futuro che parli di mobilità sostenibile come di una realtà oramai assodata. Proprio la mobilità sostenibile, infatti, è uno dei cardini dell'azione dell'amministrazione provinciale: un tema centrale e nel quale intendiamo investire anche progettualmente, poiché non avrebbe senso parlare di sviluppo e sostegno alle imprese se non si hanno le strutture oggi basilari per attrarre investimenti sul territorio. Ritengo, infatti, si tratti non solo di un tema importante, ma di una priorità assoluta per tutti: n on a caso, la questione è stata inserita anche nel documento presentato dall'Assemblea dei sindaci alla Commissione regionale per lo sviluppo della Costa Toscana. Sulla partita delle infrastrutture si gioca la credibilità di chi amministra: è fondamentale riuscire a realizzare quello che fino a oggi non è stato fatto, per generare quel cambiamento, anche culturale, che vedrà quale naturale conseguenza per il territorio benessere diffuso e sviluppo sostenibile".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca