QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LUCCA
Oggi -1°10° 
Domani -2°11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
martedì 21 febbraio 2017

Attualità martedì 14 febbraio 2017 ore 12:30

Un osservatorio sugli avvelenamenti di animali

E’ stato creato dal servizio veterinario dell’Ausl Toscana nord ovest di Lucca per circoscrivere il preoccupante fenomeno

LUCCA — L’abbandono di esche contenenti sostanze tossiche o materiale nocivo quali vetri, plastiche, metalli o materiale esplodente è un problema di sanità pubblica, tanto che anche il Ministero della Salute, con una ordinanza del 13 giugno 2016, ha ribadito l’attenzione verso un fenomeno che purtroppo risulta ormai radicato anche nella realtà locale.

Sulla questione il servizio veterinario dell’Azienda USL Toscana nord ovest di Lucca ha creato un osservatorio in grado di monitorare i casi di esche avvelenate in animali domestici e selvatici.

"Sono proprio gli animali le principali vittime di questi eventi criminosi - spiegano dall'Ausl - e il fenomeno è in aumento, come risulta anche dai dati elaborati dal Dipartimento della Prevenzione della USL Toscana nord ovest, con fino a 20 casi segnalati in un anno".

Per arricchire questi dati, che rappresentano solo quelli denunciati, l’ambito di Lucca del Dipartimento della Prevenzione della USL Toscana nord ovest ha ritenuto opportuno presentare i dati in forma di mappa degli eventi registrati, poiché il rischio di contatto è collegato alla frequentazione degli ambienti dove le esche sono state recuperate o dove si ha il sospetto che si sia verificata l’assunzione della sostanza tossica.

La mappa è disponibile all’indirizzo internet dell'Usl 2.

Ecco poi un decalogo diramato dall'Ausl:

Cosa fare in caso di avvelenamento di animale domestico
Il proprietario o detentore di un animale domestico che abbia manifestato sintomi riferibili ad un sospetto di avvelenamento segnala ad un medico veterinario libero professionista l’episodio. Nel caso di intervento su animale sospetto di avvelenamento è lo stesso veterinario a denunciare l’episodio, informando il sindaco del comune in cui si sospetta l’avvelenamento sia avvenuto, il servizio veterinario della USL e l’IZS.

Cosa fare in caso di ritrovamento di carcasse di animali o di esche
Qualsiasi cittadino che abbia ritrovato una carcassa di animale deve tempestivamente informare il Servizio Veterinario dell’Azienda sanitaria, fornendo indicazioni sulla localizzazione della carcassa che non va toccata o rimossa. La carcassa o parte di essa sarà successivamente inviata all’IZS per accertamenti.
Chiunque ritrovi materiale alimentare abbandonato che si sospetta avvelenato è invitato a riferire l’episodio al servizio veterinario della USL o alla Polizia locale o alla Polizia Provinciale o altra Forza dell’Ordine per successivo inoltro dell’esca all’IZS.

Dove effettuare la segnalazione
E’ dunque opportuno che ogni singolo evento sia segnalato agli uffici territoriali della unità funzionale Sanità Pubblica Veterinaria, che per Lucca e Valle del Serchio è presente nelle seguenti sedi: Ufficio di Lucca in piazza Aldo Moro, 55012, Capannori (Tel: 0583/449234 Fax: 0583/449089 email: alimentisicuri@usl2.toscana.it); Ufficio di Gallicano in via IV Novembre 10, 55027, Gallicano (Tel.: 0583/729421-2 Fax: 0583/729444 email: alimentisicuri@usl2.toscana.it)

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca