QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LUCCA
Oggi 11°12° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News lucca, Cronaca, Sport, Notizie Locali lucca
martedì 12 dicembre 2017

Attualità martedì 13 giugno 2017 ore 12:15

Al polo tecnologico arriva la prima azienda

Si tratta della Etika Consulting Srl che si occupa di consulenze multisettoriali per le imprese. Miccichè: "Stiamo compiendo passi avanti"

CAPANNORI — E' arrivata la prima azienda al polo tecnologico-parco scientifico di Segromigno in Monte. 

Si tratta della Etika Consulting Srl che fornisce consulenze multisettoriali alle imprese anche nel settore della certificazione ambientale e di sostenibilità. Questa è stata selezionata attraverso il bando emesso dal Comune, ancora aperto, per la concessione di spazi a soggetti e imprese che intendano sviluppare progetti imprenditoriali o di ricerca sinergici con le attività del polo, ad esempio quelli che offrono servizi a supporto delle imprese dell’economia circolare, e che prevede anche l'attuazione di una collaborazione con l'ente. Collaborazione che in questo caso si concretizzerà nella fornitura di consulenza da parte della Etika Consulting ad alcune imprese di grandi dimensioni del settore calzaturiero per accompagnarle nell'ottenimento della certificazione ambientale e di sostenibilità.

L'insediamento della prima azienda giunge a pochi giorni di distanza dalla firma dell'accordo per la Rete dell'economia circolare tra Comune di Capannori, Ascit, Centro di Ricerca Rifiuti Zero del Comune di Capannori, Istituto di Management della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa e Lucense e dopo l'allestimento del laboratorio Rilab dedicato ad attività di analisi e ricerca applicata per la realizzazione di nuovi materiali e prodotti e la strutturazione di nuovi processi. 

“I progetti, gli accordi e le attività che stanno ruotando intorno al polo tecnologico sono davvero tanti e di qualità - ha spiegato l'assessore all'innovazione Lia Miccichè - . Stiamo compiendo ulteriori passi avanti concreti procedendo per così dire su due livelli: uno più politico con la sottoscrizione di accordi con soggetti pubblici e privati particolarmente qualificati, come nel caso della rete per l'economia circolare, e la partecipazione a progetti di grande respiro come Contamination Lab presentato al Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca di cui è capofila la scuola IMT Alti Studi Lucca per attrarre competenze e risorse , ed un altro più concreto, di rapporto e raccordo con soggetti locali e imprese per far sì che il polo diventi sede di attività di ricerca e incubazione come nel caso del laboratorio Rilab e ora l'insediamento della prima azienda. L'obbiettivo è che il polo tecnologico di Capannori diventi un grande laboratorio per lo sviluppo di prodotti e processi, le start-up e l'accompagnamento di imprese innovative, attraverso il lavoro congiunto di imprenditori, professionisti e ricercatori – ha proseguito Miccichè -. L'innovazione è fondamentale per lo sviluppo dell'economia e noi vogliamo mettere a disposizione delle nostre imprese competenze e professionalità di alto livello attraverso la collaborazione di centri di ricerca, università e centri di servizi avanzati secondo un nuovo modello che mette in rete i vari soggetti”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità